Monastero di San Basilio: sopralluogo esperenziale

Foto Archivio A. De Nicola

L’urna vuota dopo il sequestro delle spoglie il 18 aprile 1988
Le spoglie in Questura all’Aquila dopo il ritrovamento della Polizia
Le spogli portate nel coro del monastero di San Basilio
La visita a Collemaggio di Papa Ratzinger il 28 aprile 2009
Le spoglie non nuovo allestimento dal 2013
La maschera di cera con l’orecchio destro integro
Il cardinale Carlo Confalonieri
La nuova maschera
Le pantofole nel veccho allestimento delle spoglie
I mocassini rossi nel nuovo allestimento

“Laboratorio Celestino V”, il quarto modulo

Il Laboratorio Celestino V ospita il Paleopatologo Luca Ventura con la relazione scientifica sul Beato Jean Bassand

L’AQUILA Il Laboratorio Celestino V condotto da Angelo De Nicola, giornalista e scrittore, è giunto al suo quinto appuntamento. Ideato da Sabrina Giangrande, giornalista, unitamente alla collaborazione nell’organizzazione di Donella Giuliani docente e scrittrice e l’ospitalità delle suore Micarelli dell’Istituto Santa Maria degli Angeli.

La giornata laboratoriale iniziata ieri mattina, nella sala rinascimentale di Palazzo Alfieri, con una speciale ed esclusiva relazione tenuta dal prof. Luca Ventura paleopatologo laureato in Medicina e Chirurgia all’Università dell’Aquila con specializzazione in Anatomia Patologica all’Università di Roma Tor Vergata, un perfezionamento in Paleopatologia all’Università di Pisa e dal 1999, è Dirigente medico di Anatomia Patologica all’ospedale San Salvatore dell’Aquila. Attualmente dottorando di ricerca in Medicina Sperimentale in Univaq. Autore di circa 450 pubblicazioni scientifiche e contributi a congresso. Il titolo della relazione: “Le indagini scientifiche sulla mummia del Beato Jean Bassand“.

L’attenta platea, ha potuto assistere alla precisa relazione storico-scientifica, corredata da immagini, sul beato Jean Bassand da Besançon (c. 1360-1445) con cenni storici sulle sue origini, le cui spoglie sono conservate nella Basilica di Santa Maria di Collemaggio, nella Cappella Porcinari, abside situata alla sinistra di quella di San Pietro Celestino V, compatrono della città dell’Aquila. Ampia e particolareggiata la trattazione sulla ricognizione canonica avvenuta nel 2019, attraverso una radiografia digitale e tomografia computerizzata, con esame ispettivo esterno, endoscopia digitale, ricomposizione e reposizione, che ha consentito di risalire a numerosi e interessanti notizie sul beato Jean Bassand e al suo processo di mummificazione.

«Non è stata impresa facile avere la presenza del prof. Ventura- ha sottolineato Sabrina Giangrande- visti i suoi numerosi impegni istituzionali e di ricercatore, ma lo spirito di partecipazione che ha accomunato tutti gli ospiti “speciali” che si sono susseguiti a partire da don Luigi M. Epicoco, Goffredo Palmerini, Francesca Pompa è stato quello di condividere le proprie rispettive conoscenze ai docenti iscritti, affinché possano riportare quanto appreso agli studenti, troppo spesso distratti da altri interessi».

Il laboratorio è proseguito con la presentazione multimediale tenuta da Angelo De Nicola: “La Capitale del Perdono” intervallata dalle letture di Sabrina Giangrande. Terminata l’edificante e formativa mattinata, molto apprezzata dai partecipanti, che lo ricordiamo è costituita soprattutto da docenti, ma che strada facendo, si è arricchita di studiosi, giornalisti e cittadini interessati al tema, consueta colazione offerta dalle suore Micarelli.

Il prossimo e ultimo appuntamento, come da programma, è fissato per sabato 11 maggio con la visita nel Monastero San Basilio, “La casa di Celestino V” e attuale dimora delle storiche abitanti, le monache Benedettine-Celestine. «Chissà se l’11 maggio prossimo- conclude Sabrina- riusciremo ad agganciare il super ospite».
Si allegano alcune immagini relative all’evento.

La Giornata mondiale del libro

Abbiamo contribuito alla causa…
“Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue vorresti che l’autore fosse un tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira.”
J. D. SALINGER

Nuova rassegna culturale all’Aquilanone

COMUNICATO STAMPA
L’Aquila Cult al Centro Commerciale L’Aquilone
appuntamenti culturali dal 12 aprile al 31 maggio

L’Aquila, 8 aprile 2024 – Sulla scia dell’innovazione apportata dalla Direzione negli ultimi anni, il Centro Commerciale “L’Aquilone” punta sulla cultura e lancia un programma di eventi per i mesi di aprile e maggio.
Con il titolo “L’Aquila Cult”, propone una serie di appuntamenti per celebrare la ricchezza culturale e artistica del territorio aquilano, offrendo al pubblico una variegata selezione di tematiche e ospiti di prestigio.
“Il nostro obiettivo è di allargare l’esperienza dei nostri clienti – spiega la direttrice Valentina Bianchi – facendo vivere il Centro Commerciale non come luogo di soli acquisti ma anche come spazio di incontro e di socializzazione”.
La sinergia nel trovare una risposta in tal senso porta i nomi di Angelo De Nicola, Paolo del Vecchio, che ne sono gli animatori, e One Group a cui è affidata la parte organizzativa.
Il programma prenderà il via venerdì prossimo, 12 aprile, con un evento inaugurale dedicato al “Primo Giubileo della Storia e la Perdonanza”, che vedrà come relatore d’apertura Angelo De Nicola.
Il 19 aprile, sarà la volta di un omaggio speciale a una delle figure più illustri della musica italiana, Ennio Morricone, con una serata dedicata condotta da Maurizio Trippitelli.
Il 26 aprile, l’attenzione si sposterà sulla figura di Laudomia Bonanni, con una conferenza tenuta da Gianfranco Giustizieri che ne esplorerà la vita e l’opera.
Il 3 maggio, il focus sarà su Amalia Sperandio, figura di spicco nella cultura locale, con una presentazione a cura di Liliana Biondi.
Il 10 maggio, l’appuntamento sarà con il Teatro Dialettale, una tradizione radicata nel territorio, che verrà trattata da Rossana Crisi Villani.
Il 17 maggio, Goffredo Palmerini ci guiderà alla scoperta degli abruzzesi nel mondo, offrendo uno sguardo interessante e approfondito su questa realtà.
Il 24 maggio, l’attenzione si sposterà sulla poesia, con una serata dedicata alla Poesia presentata da Anna Maria Giancarli.
Infine, il 31 maggio, sarà il momento di esplorare l’arte in tutte le sue sfumature con “L’Arte Morbida”, una conferenza condotta da Lea Contestabile.
Tutti gli eventi si terranno alle 17,30 presso il Centro Commerciale “L’Aquilone” e saranno aperti al pubblico.
Per ulteriori informazioni e interviste, contattare:
Valentina Bianchi 348.6026400 – Francesca Pompa 348.2267317

“Laboratorio Celestino V”, il terzo modulo

Goffredo Palmerini ospite del terzo modulo del “Laboratorio Celestino V”.
L’AQUILA – Il “Laboratorio Celestino V” giunge al suo terzo appuntamento con la presenza di Goffredo Palmerini, noto giornalista e scrittore, scrive anche per agenzie internazionali e per la stampa italiana all’estero e attraverso la sua testimonianza, ha contribuito ulteriormente all’arricchimento storico, culturale dell’evento. 

Nella sala rinascimentale di Palazzo Alfieri, sede dell’Istituto Santa Maria degli Angeli, il laboratorio multimediale, condotto dal giornalista e scrittore Angelo De Nicola iniziato il 17 febbraio scorso, con le letture sceniche eseguite dalla giornalista Sabrina Giangrande, con la collaborazione nell’organizzazione anche della docente e scrittrice Donella Giuliani, l’ospitalità delle suore Micarelli, si consolida sempre più, raccogliendo entusiasmanti consensi espressi da diversi partecipanti, che ripagano gli sforzi sostenuti dagli organizzatori, che ricordiamo vengono svolti in maniera del tutto volontaria e gratuita.

Dopo l’intervento di Palmerini, che ha ripercorso tappe importanti della storia cittadina aquilana, legati alla Perdonanza Celestiniana, con aneddoti esclusivi,  il modulo è proseguito con la presentazione condotta da De Nicola dal titolo: “L’avventura di un povero cristiano“, con immagini e contenuti multimediali, sull’opera del grande scrittore Ignazio Silone, nativo di Pescina in provincia dell’Aquila e del suo particolare legame con San Pietro dal Morrone.

In questo modulo, inoltre, anche il Parco Nazionale della Maiella ha voluto contribuire, per il tramite del suo direttore Luciano di Martino, donando a tutti i partecipanti opuscoli informativi e gadget inerenti il “Cammino di Celestino“. Consueto caffè conclusivo offerto dalle generose suore Micarelli.

L’appuntamento, come da programma, è fissato per sabato 20 aprile, con la visita esperienziale nella Basilica di Santa Maria di Collemaggio. Previsti due turni, il primo alle 9.30 e il secondo alle 10.30. 

https://infomedianews.com/goffredo-palmerini-ospite-del-laboratorio-celestino-v/