LogoLogo

Angelo De Nicola

Angelo De Nicola è nato nel 1965 all'Aquila dove vive. Sposato con Raffaella, ha una figlia, Camilla. Ha anche uno Schnauzer nano, pelo nero, di nome Ari(stotele).





In prima elementare
In prima elementare

Laureato in Sociologia, è giornalista professionista dal 1991 dopo essersi iscritto diciannovenne, nel 1984, come pubblicista all'Ordine dei Giornalisti. Ha iniziato a collaborare a 15 anni, nel 1980, con "Il Messaggero" nella cui redazione dell'Aquila ha svolto la sua quasi trentennale esperienza, salvo brevissime parentesi. Assunto dal Messaggero come praticante nel 1989, dopo essere stato chiamato, nel 1995, a coordinare l'ufficio di corrispondenza di Avezzano, nel 1996 è stato nominato caposervizio della redazione provinciale aquilana; dal giugno 2007 al febbraio 2008 è stato caposervizio della redazione provinciale di Teramo; dal marzo 2008 è stato nominato vice coordinatore dell'edizione Abruzzo. Per il Messaggero ha seguito alcuni tra i più importanti casi di cronaca nera e giudiziaria della provincia dell'Aquila e in particolare le inchieste sulla Tangentopoli e la Clientopoli abruzzesi negli anni Novanta.

radiocronista dell'emittente Radio Città Futura
Allo stadio ”Fattori” dell'Aquila, nel 1983, radiocronista dell'emittente Radio Città Futura

Vanta anche discrete esperienze nei campi radiofonico e televisivo. Tra il 1986 ed il 1989 è stato collaboratore del Tg3 Abruzzo della Rai; tra il 1994 ed il 1995 è stato corrispondente per l'Abruzzo e Molise del quotidiano "La Stampa".

Nell'anno 1989-90 è stato presidente del Rotaract Club dell'Aquila. Dal 1998 è socio del Lions Club dell'Aquila; dal 2004 al 2011 è stato direttore responsabile della rivista "CentoottoA" del Distretto Lions 108A (Romagna, Marche, Abruzzo e Molise) dal 2006 denominata "Lions Insieme".
Appassionato di sport, ha raggiunto significativi risultati in particolare, nel nuoto, (più volte partecipante ai campionati nazionali di nuoto nelle categorie giovanili e più volte campione regionale abruzzese di categoria).

Piccolo nuotatore
Piccolo nuotatore


Un'azione a delfino
Un’azione a delfino

Nella pallanuoto (tra il 1986 ed il 1989 titolare della squadra del Club Pallanuoto L'Aquila nel campionato nazionale Serie D) e nel rugby (tra il 1980 ed il 1984 titolare nella squadra dell'Aquila Rugby nei campionati nazionali "Under 19" e "Riserve"). È stato anche sesto assoluto di categoria ai campionati italiani del 1982 di "Penthatlon moderno".

Con la squadra di pallanuoto
Con la squadra di pallanuoto, nel 1980, primo da destra in basso. In piedi: il compianto Franco Corsi, Claudio Liberatore, Vincenzo Mantenuto, Giampaolo Castellani. Accosciati: Giuseppe Mannucci, Giovanni Torge, Luciano Luciani e Berardino Di Carlo

Nel rugby, tra il 1980 ed il 1984, è stato titolare nella squadra dell'Aquila Rugby nei campionati nazionali "Under 19" e "Riserve"). È stato anche sesto assoluto di categoria ai campionati italiani del 1982 di "Penthatlon moderno".

Rugbista
Rugbista in un passaggio da una mischia


1981 la formazione Under 17 dell'Aquila Rugby
Rugbista (primo in basso a sinistra) nel 1981 con la formazione Under 17 dell’Aquila Rugby.
In piedi: Salvi, Busilacchio (allenatore), Pulsoni (medico), Carnicelli, Volpe, Di Zitti, Fabiani L., Cavallo, Bellucci S., De Amicis, Di Giambattista C., Pistilli e Bellucci (Dirigente). Accosciati: Catonica, Fabiani G., Rotondi, Troiani L., Giangiuliani, Copersino e Francazio


Nel 1984 con la formazione Under 19 dell'Aquila Rugby
Rugbista (terzo in alto da destra) nel 1984 con la formazione Under 19 dell’Aquila Rugby. In piedi: Cucchiarelli (allenatore), Patacchiola, Maccarone, Troiani V., Del Signore, Lalli, Di Giambattista M., Mellone e il compianto Dino Cecchini (dirigente). Accosciati: Colaianni, Andreassi, Silvestri, Rovo, Stecca, Di Salvatore, Copersino, Pesce e Di Marzio

Dopo un'esperienza nel mondo dell'equitazione (endurance), attualmente si diletta nel basket (con la squadra dei "Veterani" Basket de na 'ote L'Aquila), nello sci alpino e nel padel.

Veterani basket
Con la squadra dei "Veterani del basket", da sinistra: Michele Valente, Mauro Masciovecchio, Paolo Montanari, Pierluigi (Perry) De Benedictis, Mauro (Siluro) Sirolini.

Nel 1998 è autore di un libro sulla Scuola sottufficiali della Guardia di Finanza dell'Aquila dal titolo "La centesima rocca" e, nel 1999, di una pubblicazione per il trentennale del Club L'Aquila Nuoto. E' stato anche tra i curatori, nel 2002, del libro "Mario Lolli aquilano- Antologia degli scritti" pubblicato su iniziativa della "Confraternita dei 'devoti' di Sant'Agnese", la più antica congregazione aquilana devota al "culto" agnesino della quale è stato eletto, per l'anno 2003, alla prestigiosa carica di "Priore". E' tra i soci fondatori della "Associazione culturale Confraternita dei 'devoti' di Sant'Agnese" in seno alla quale è tra i promotori ed organizzatori dell'evento "Il Pianeta Maldicenza".


radiocorriere Nel 2003 ha pubblicato il libro "Presunto Innocente" (Edizioni Tracce, prefazione di Renato Minore) con il quale ha vinto il prestigioso premio "Un libro per l'estate 2003", sezione narrativa, rassegna editoriale promossa dal "Radio Corriere TV"; sul "Caso Perruzza", nel 2004, è stato autore dell'inchiesta giornalistica per la puntata (andata in onda il 2 ottobre 2004 su RaiTre e, in replica, il 7 maggio 2005) della trasmissione "Ombre sul giallo" condotta da Franca Leosini. A questo libro si è liberamente ispirato il compositore Stefano Fonzi per realizzare il concerto dell'Orchestra Sinfonica Abruzzese dal titolo "Note di cronaca" che s'è tenuto all'Aquila il 30 settembre 2006.

Del 2004 (poi rieletto, nel 2014, dopo il primo mandato decennale) è socio dell'Assemblea dei Soci della Fondazione Carispaq.

Nel 2004 ha pubblicato il libro "Da Tragnone a Fidel Castro, gli eventi che sconvolsero L'Aquila" (Textus Edizioni) per il quale gli è stata assegnata la menzione speciale del Premio Giornalistico "Guido Polidoro 2004". Ha tenuto 14 conferenze su questo libro.

Premio Polidoro 2004
La signora Luigia, vedova Polidoro, e il Direttore generale della Carispaq, Rinaldo Tordera, consegnano la menzione speciale del "Premio Polidoro 2004"

Tra gli altri riconoscimenti, nel 1996 e nel 2001 è stato vincitore del premio "Giornalista dell'anno" nell'ambito dei "Premi L'Aquila Zirè d'oro". Nel gennaio 2004 è stato vincitore, per la sua attività letteraria, del Premio "Domenico Chiodi" indetto dalla Provincia dell'Aquila.

Nel giugno del 2005 ha pubblicato il suo primo romanzo, "La maschera di Celestino" (Textus Edizioni, prefazione di Dacia Maraini) la cui presentazione, il 23 giugno 2005, è stata organizzata nel monastero di clausura di San Basilio dell'Aquila per raccogliere fondi a beneficio della missione in Africa, intitolata a "Celestino V", delle suore benedettine-celestine. Sui luoghi citati nel libro, dal 22 al 28 agosto 2005, è stato organizzato un "tour" nell'ambito del programma ufficiale della 711.ma Perdonanza Celestiniana. Lo stesso "tour" è stato effettuato anche per alcune scuole superiori (3 gli istituti che hanno aderito) nell'ambito del "Progetto La maschera di Celestino nelle scuole" per l'anno scolastico 2005-2006. Sul testo del romanzo, il Teatro d'Innovazione "L'Uovo" ha realizzato, per la regia di Maria Cristina Giambruno, una rappresentazione teatrale dal titolo "L'Epifania di Celestino" che è andata in scena, per beneficenza, al Teatro San Filippo dell'Aquila il 6 gennaio 2006 con replica il 4 febbraio 2006. Su "La maschera di Celestino" ha tenuto 26 conferenze e 16 "tour".

Per la trasmissione “Ombre sul giallo”, oltre che per il “Caso Michele Perruzza”, è stato finora consulente del “Caso Aral Gabriele”(andato in onda il 26 maggio 2007 e in replica il 9 maggio 2005 e il 23 giugno 2012), del “Caso Angela Biriukova” (in onda l’11 giugno 2008) e del "Caso Giusy Potenza" (in onda il 25 giugno 2008).

Nell'agosto del 2006 ha pubblicato il suo secondo romanzo, "La missione di Celestino" (per i tipi de "La Nuova Editrice") i cui utili saranno interamente devoluti alla missione presso Bangui in Africa, intitolata a "Celestino V", delle suore benedettine-celestine del Monastero di clausura di San Basilio dell'Aquila nell'ambito del progetto "Cordata per l'Africa". Il romanzo è stato premiato (terzo classificato) nella sezione Narrativa del Premio Guerriero di Capestrano 2008. Su questo libro ha tenuto 20 conferenze e 28 "tour".

Il 24 settembre 2006 il Comune di Tornimparte gli ha conferito la cittadinanza onoraria.

Il 28 novembre 2006 ha tenuto una lezione-conferenza ai settecento allievi della Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di Finanza dell'Aquila sul tema “L’importanza del linguaggio comunicativo”.

Nel maggio 2007 è stato candidato sindaco per il Comune dell’Aquila per la coalizione denominata ”Polo dei Moderati” (Italia di Mezzo, Partito Liberale Italiano e lista civica ”L’Aquila Città Unita”). E’ risultato eletto, con oltre 5.000 voti, in Consiglio comunale, carica dalla quale si è dimesso, nella prima seduta del 26 giugno 2007, nel rispetto della parola data in campagna elettorale.

Nell'anno accademico 2007-2008 ha tenuto un "Laboratorio" sugli aspetti della cronaca nera e giudiziaria al Master di Giornalismo dell'Università di Teramo.

Nel marzo 2008 è stato scelto dall’Ipi (Istituto per la promozione industriale- Agenzia tecnica del Ministero dello Sviluppo Economico) quale consulente per la comunicazione del ”Piano d’Azione per il raggiungimento degli Obiettivi di servizio QSN 2007-2013” della Regione Abruzzo.

Dal marzo 2008 è socio del Club Alpino Italiano sezione dell'Aquila.

Il 27 dicembre 2008 il Presidente della Repubblica, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, gli ha conferito, con decreto, "In considerazione di particolari benemerenze", l'onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana. La cerimonia di consegna dell'attestato si è tenuta all'Aquila il 18 marzo 2009, presso la Sala "2 giugno" del Palazzo di Governo, presieduta dal Prefetto dell'Aquila, Aurelio Cozzani.

Cavalierato
Diploma di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana

Nell'ottobre 2009 ha pubblicato il libro "Il nostro terremoto" (One Group Edizioni) sul sisma del 6 aprile all'Aquila i cui utili sono stati donati al restauro di un’opera d’arte danneggiata dal terremoto per restaurarla, il dipinto della Madonna del Popolo Aquilano, ritrovato il 3 maggio 2009 dai vigili del fuoco tra le macerie della Chiesa di San Marco. Su questo libro, che è stato presentato anche al Salone del Libro di Torino nel 2010 e al quale Radio Vaticana ha dedicato uno speciale nella trasmissione "Pagine, fogli, parole", ha tenuto finora 26 conferenze e ottenuto una menzione speciale al Premio "Guerriero di Capestrano 2010" (sezione Abruzzesistica).

Nell'ottobre 2009 è tra i fondatori del Gruppo Aquilano di Azione Civica "Jemo 'nnanzi".

Dal dicembre 2009, per tre anni accademici fino al 2012, è docente a contratto per il tirocinio di "Giornalismo investigativo" del Corso di Scienze dell'Investigazione presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi dell'Aquila.

Nell'agosto 2010 ha scritto i testi del concerto "Celestino V- Un povero cristiano", con musiche del compositore Stefano Fonzi. Finora si sono tenuti due concerti: uno il 22 agosto 2010 nella basilica di Collemaggio nell'ambito della Perdonanza Celestiniana 2010, il secondo, sempre a Collemaggio, il 19 dicembre 2010 nell'ambito dell'iniziativa "I Lions per L'Aquila".

Nel dicembre 2010 ha pubblicato il suo ottavo libro "Il mito di Celestino" (One Group Edizioni), un saggio sulla figura di Papa Celestino V. Con questo libro, che è stato presentato anche al Salone del Libro di Torino nel 2011 e sul quale ha tenuto finora 25 tra conferenze e incontri nelle scuole (anche elementari), ha vinto nel 2011 il primo premio per la Sezione Saggistica del Premio Letterario Maiella 2011 donando il ricavato in denaro al restauro della madonna lignea, danneggiata dal terremoto del 6 aprile 2009, della chiesa di Cristo Re.

Nell'aprile 2011 è stato nominato membro del Collegio nazionale dei Probiviri della FNSI (Federazione Nazionale della Stampa Italiana) incarico mantenuto fino al gennaio 2015 e, poi, ripreso dal 2019.

Dal maggio 2011 è socio del Comitato aquilano della "Società Dante Alighieri".

Dal gennaio 2012 al dicembre 2020 è membro del Consiglio Direttivo del "Centro Studi Ignazio Silone".

Nel giugno 2012 è stato insignito del collare di "Custode della tradizione" dall'Associazione dei Cuochi di Villa Santa Maria (CH).

Dal luglio 2012 è presidente dell'Associazione culturale "Confraternita dei 'devoti' di Sant'Agnese" di cui è tra i fondatori.

Nell’ottobre del 2012 ha pubblicato il saggio “La comunicazione nell'emergenza: il caso 6 aprile 2009” nell'ambito della pubblicazione “O.R.eS.Te. - Osservare, comprendere, progettare per ricostruire a partire dal terremoto dell'Aquila” a cura dell’Università di Teramo.

Nel febbraio-maggio 2013 è stato docente, per conto della Società "Territorio sociale", del Progetto PO211 di ricerca e formazione "Internet radio e minori" promosso dal Corecom Abruzzo in 9 scuole medie abruzzesi.

Dal novembre 2013 è nell'Albo collaboratori di I livello del FormezPA (Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l'ammodernamento delle P.A.).

Il 27 novembre 2013 ha tenuto un Seminario di "Metodi e tecniche di giornalismo investigativo" nell'ambito del corso di Metodi e tecniche della Ricerca sociale e criminologica (prof.ssa Mara Maretti) del Corso di laurea in Sociologia e criminologia presso l'Università di Chieti.

Nel 2014 ha pubblicato il saggio “Trent'anni di Perdonanza” (One Group Edizioni) sul secolare Giubileo Celestiniano dell'Aquila-Cronaca della rinascita dal 1983.

Dal 2016 al 2019 è docente a contratto del Laboratorio di "Giornalismo investigativo" presso l’Università di Chieti.

Nel 2018 ha pubblicato il suo decimo libro dal titolo “Don Attilio Cecchini - Il giornalista di razza, il principe del foro, l'impolitico” (One Group Edizioni), un saggio sulla figura del grande avvocato Attilio Maria Cecchini. Al testo del libro è ispirato l'omonimo reading teatrale ideato e messo in scena dalla regista Sara Cecala del quale sono state eseguite, finora, sette repliche. Al libro è stato assegnato, nel dicenbre 2018, il secondo premio per la saggistica al "Premio per l'editoria abruzzese 2018" e, nel giugno 2021, il Secondo Premio per la saggistica al Premio letterario internazionale "Luca Romano".

Nel 2019 ha pubblicato il suo undicesimo libro dal titolo “Passione & futuro. 50 anni di ingegneria a Roio" (One Group Edizioni), un saggio sul mezzo secolo di storia della prestigiosa Facoltà di Ingegneria di Roio dell'Università dell'Aquila.

Nel 2020 ha pubblicato il saggio “Silone e il terremoto” nell’ambito del volume “Ignazio Silone o la logica della privazione", atti del Convegno Internazionale di Studi Caen (7 febbraio 2019) - Pescina (23-24 agosto 2019) a cura di Mario Cimini e Brigitte Poitrenaud-Lamesi (2020, Casa Editrice Rocco Carabba)

Nel 2021 ha pubblicato il suo dodicesimo libro dal titolo “Dante, Silone e la Perdonanza" (One Group Edizioni), un saggio nel settecentenario della morte dell'Alighieri e su un'inedita lettura del best seller "L'Avventura di un povero cristiano" del grande scrittore abruzzese. Al testo del libro è ispirato il "racconto musicato" dal titolo "Il Perdono nutre il mondo", ideato e messo in scena dalla regista Sara Cecala del quale sono state eseguite, finora, sei repliche . Il libro ha vinto, nell'agosto 2021, il primo premio per la sezione saggistica del Premio internazionale "Kalos 2021". Di questo libro ha tenuto, finora, 18 presentazioni tra cui quella, il 13 aprile 2022, a Roma, nella prestigiosa sede della Società Dante Alighieri.

Il 22 agosto 2021, nell'ambito del 24.mo "Premio internazionale Ignazio Silone", gli è stata conferita la "Menzione speciale" (vedi la motivazione).

Nel novembre del 2021 è stato eletto Vice Presidente del Circolo Aquilano, la più antica associazione aquilana risalente al 1864.

Il 30 dicembre 2021 gli è stato conferito il Premio internazionale “Mario Provino” per le arti, la letteratura, la cultura a Città Sant'Angelo presso la sede dell'Università dell'Adriatico.

Il 21 marzo 2022 ha tenuto due conversazioni sulla Perdonanza celestiniana all'Università dell'Aquila nell'ambito del seminario "Le fonti per la storia dell'Aquila".







Segui Angelo De Nicola su Facebook