Il saggio “Presunto innocente, cronaca del caso Perruzza” – Capitolo 90


Il magistrato Bruno Tarquini (scomparso nel gennaio del 2019), durante il sopralluogo nel gennaio del 1992 a Case Castella (AQ) della Corte d’Assise d’Appello dell’Aquila da lui presieduta

90. TARQUINI NON RACCOGLIE L’APPELLO -24. 1. 1998
Michele Perruzza non sarà scarcerato in tempi brevi. Questa, almeno, è la conseguenza delle dichiarazioni rese alla stampa dal Procuratore generale espresso la Corte d’Appello dell’Aquila, Bruno Tarquini.
Ovvero del magistrato che, per uno scherzo del destino, per la seconda volta ha tra le mani la “vita” del muratore di Balsorano. Fu infatti Tarquini, a presiedere la Corte d’Assise d’Appello che sei anni fa, il 29 gennaio ’92, confermò la condanna all’ergastolo per Perruzza. …

Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.