Il saggio “Presunto innocente, cronaca del caso Perruzza” – Capitolo 75

Il sostituto procuratore Aura Scarsella

75. VI PROMETTO: VERRA’ FUORI LA VERITA’»- 3. 6. 1997
«Io sono qui a rappresentare la giustizia, non l’una o l’altra tesi. È vero che sono una parte del processo, ma rappresento lo Stato e quindi l’esigenza di verità dello Stato». Sarà perché una donna entra per la prima volta (Michele Perruzza, finora, è sempre stato giudicato da magistrati uomini) nella scena del “Delitto di Balsorano”.
Sta di fatto che il Pubblico ministero di questo fondamentale “processo satellite”, il sostituto procuratore di Sulmona Aura Scarsella, ieri mattina ha lasciato una scia di profumo in una vicenda che, troppo spesso, ha invece emanato cattivi odori. Un profumo diverso da quello dei capelli cotonati e del trucco leggero ma curato con i quali il magistrato ha affrontato ieri mattina la prima, delicata udienza. …

Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.