Il saggio “Presunto innocente, cronaca del caso Perruzza” – Capitolo 46

Gli avvocati i Michele Perruzza: da sinistra Carlo Maccallini , Antonio De Vita e Attilio Cecchini

46. ALLA RICERCA DELLA VERITA’ – 25. 11. 1991
«L’assassino è in casa Perruzza: o il padre o il figlio». Resta questa l’unica “verità storica” del delitto di Balsorano. Dopo quanto è emerso durante le tre intensissime udienze davanti all Corte d’Assise d’Appello, per spiegare la tragica fine di Cristina Capoccitti ci si trova infatti di fronte a due “verità giudiziarie”. La prima individua il “mostro” in Michele Perruzza e trova le sue spiegazioni logiche nelle motivazioni con la quali la Corte d’Assise d’Appello dell’Aquila ha condannato all’ergastolo il muratore. …

Leggit tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.