HOME 


  l'autore 
  libri 
  articoli 
  la città 
  preferiti 
  agenda 
  contatti 




angelodenicola.itarticoli  

Il Messaggero
"Il Messaggero" 5-4-2000
LA TELECOM SPEGNE "FIDO"



L'AQUILA - Telecom Italia "spegne" Fido, il cordless da città che doveva coprire la nicchia di mercato di coloro che volevano comunicare con il proprio telefono di casa fuori dalle mura domestiche, ma senza "cedere" alla tentazione del cellulare. All'Aquila, dunque, sparirà il "supercordless" che aveva fatto sperare anche in un rilancio dell'occupazione visto che il prodotto era nato soprattutto dalla tecnologia dell'ex Italtel (oggi Siemens). Proprio L'Aquila era stata scelta (caso unico in Abruzzo) tra le 28 città italiane in cui attivare il servizio legato (forse troppo) a speciali antenne (un palo con della "corna" alle estremità) piazzate ovunque. Telecom ha, comunque, previsto un atterraggio morbido per uscire da questa esperienza: il servizio Fido rimarrà in funzione fino al 30 giugno 2001, ma per chi presenterà la disdetta del relativo abbonamento entro il 31 maggio prossimo, sono previste una serie di offerte promozionali.

I motivi sono evidenti: i 142.000 abbonati non sono sufficienti a mantenere in piedi il servizio, con una media di 6 telefonate al mese in esterno. C'è comunque da dire che gli investimenti iniziali, circa mille miliardi, praticamente sono già stati ammortizzati. Inoltre le infrastrutture impiantate (le antenne cittadine a tecnologia Dect) rappresentano comunque un accesso alla rete di telecomunicazione e, quindi, verranno "riposizionate" da Telecom. In pratica verranno utilizzate per altri servizi, magari per creare reti virtuali per aziende o gruppi di utenti, ecc. In una lettera inviata agli abbonati di Fido la Telecom osserva che "nello scenario attuale delle telecomunicazioni questo servizio non corrisponde più in pieno a quelle esigenze di mobilità per cui era nato". Infatti, ammette Telecom, "esistono oggi diverse e più vantaggiose soluzioni che possono rispondere in modo più completo e conveniente" ai bisogni dei clienti, come "tariffe di telefonia mobile ancora più competitive, maggiore diffusione dei telefonini con migliori prestazioni offerti in tantissimi modelli e a prezzi sempre più bassi".




IL MESSAGGERO: Indice
Annate: 2006 | 2005 | 2004 | 2003 | 2002 | 2001 | 2000 | 1999 | 1998 | 1997 | 1996 | 1995 | 1994 | 1993 | 1992 | 1991 | 1990 | 1989 | 1988